DaveriK

Hope and Freedom, Spème e Libertá

L’Italia a sinistra, gli italiani…chissenefrega.

with 3 comments

Il Governo sta procedendo nell’atto parlamentare piu’ duro. Approvare la Finanziaria. Si puo’ esserne a favore o contro: ognuno con ottimi motivi. Ma la finanziaria e’ politica ed e’ giusto che il Governo la indirizzi dove piu’ le pare e piace. Se fallimentare le urne o altri eventi li manderanno a casa. Fa parte dell’alternanza, piaccia o no.

Giustamente l’opposizione si da un gran da fare per ostacolarne l’approvazione chiamando a raccolta gli italiani, pronti a scendere in piazza con manifestazioni che si susseguono a scadenza quotidiana. Governo e opposizione, politica. Nulla di nuovo.

Qualcosa di nuovo pero’ in questi momenti sta succedendo. Qualcosa di ben piu’ pericoloso. Sotto il ricatto dell’estrema sinistra, l’Italia sta virando a sinistra bypassando gli italiani.

E cosi’ succede che nell’assoluto silenzio

Al “senato è stata intitolata una sala a Carlo Giuliani. Finalmente la sinistra al potere ha potuto rendere omaggio al suo eroe moderno, distintosi per aver cercato di spappolare la testa di un carabiniere con un estintore durante la guerriglia urbana scatenata dai noglobal, in occasione del G8 di Genova”

– viene introdotto un condono sul lavoro nero dove i sindacati avranno un ruolo di primo livello. “Prima di questa istanza, però, deve aver raggiunto un accordo aziendale con i sindacati interni; o, se non sono rappresentati, con le organizzazioni sindacali presenti sul territorio.”

La festa della liberta’ in data 9 Novembre e’ stata ignorata completamente dal Governo

– Commemorazione dei caduti della strage di Nassiriya sottotono

Caruso scherza e burla a Montecitorio affermando e poi smentendo di aver piantato erba nelle aiuole

E l’elenco sarebbe probabilmente molto piu’ lungo. Queste “piccolo cose” taciute o passate sotto silenzio rappresentano il conto salato della sinistra estrema presentato a Prodi e all’Italia intera.

La Finanziaria alla fin fine, e’ una macchietta…

Da leggere 

Non gli resta che rincoglionirci 

Written by daverik

novembre 13, 2006 a 10:58 pm

Pubblicato su Finanziaria 2007, Italia, Politica

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Come direbbe bbrrrrrr…Prodi… “Ma che siamo matti?”

    SGS

    novembre 14, 2006 at 8:50 am

  2. Diciamo le cose come stanno, fanno proprio cagare!

    otimaster

    novembre 14, 2006 at 11:49 am

  3. ma non una cacca qualsiasi, purtroppo. Liquida, fastidiosa, piu’ volte al giorno.

    daverik

    novembre 14, 2006 at 12:02 pm


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: