DaveriK

Hope and Freedom, Spème e Libertá

Archive for the ‘Finanziaria 2007’ Category

Io che non so una sega

with 9 comments

Prendiamo un carrozzone pieno di rotelle e rotelline.

Assumiamo che il carrozzone non stia funzionando nel modo migliore, guasti e rotture all’ordine del giorno.

Decido che il gestore del carrozzone va cambiato e il nuovo manager mi stila un piano, (chiamiamolo Finanziaria 2007), con lo scopo di aggiustare il catorcio. Ora, io che non ne capisco una sega, mi aspetterei dei risultati a lungo termine. Facciamo un anno? Facciamo fine 2007? Facciamo ultimo trimestre?

No, il nuovo manager mi spiega che non é cosí. Che la sferzata é arrivata e il carrozzone, pieno di problemi, guasti e rotture fino a 2 secondi prima, ora é pronto per viaggiare veloce e lo sta addirittura giá facendo. Eccolo lí che sfreccia al 2%.

Al sottoscritto che non ne capisce una sega sovvengono alcune domande e perplessitá.

Non é che il nuovo manager ci ha fatti tutti fessi? Non é che il carrozzone alla fin fine poi, cosí messo male non era?

Non é che il vecchio manager con il suo lavoro, piaccia o meno, il carrozzone lo aveva giá cominciato a riparare?

Poi arriva qualcuno che analizza il carrozzone e mi dice che secondo le sue previsioni il nuovo manager, con il suo piano (ricordate? Avevamo deciso di chiamarlo Finanziaria 2007..) lo sta per inceppare.

Written by daverik

febbraio 13, 2007 at 4:15 pm

Soddisfazioni

with one comment

Ci si puo’ accontentare anche di poco, anche se ditemi voi se poca cosa e’ uno Scalfari che rosica e rosica. Le sue uscite sulla CdL oramai rappresentano un suo patrimonio, la sua firma. Ma oggi tra le solite zozzate ci piazza pure un finale, come dire: vero.

Written by daverik

dicembre 3, 2006 at 10:16 am

Chi ha il naso lungo?

with 3 comments

“Se il Senato non cambia la Finanziaria le famiglie italiane subiranno una stangata complessiva di 5,5 miliardi di euro, con un aggravio di 251 euro a famiglia“: questi i preoccupanti conti fatti dall’Adusbef. Che critica l’aumento del bollo auto, il ticket del pronto soccorso, i tagli agli enti locali e lo sblocco dell’addizionale Irpef per i Comuni.

“E’ possibile fare un passo in avanti”, da Mauro Fabris (Udeur): “Credo che a gennaio, quando le famiglie e le imprese si troveranno più soldi in tasca, molti malumori passeranno”.

L’Italia é anche questo. Pure la matematica vacilla. A paritá di condizioni iniziali si ottengono risultati diversi. Ma che vadano tutti a cagare, lor signori.

Written by daverik

novembre 20, 2006 at 4:37 pm

Pubblicato su Finanziaria 2007, Politica

Per un pugno di Euro

with one comment

I DS un anno fa dicevano a proposito della finanziaria 2006…

“La legge finanziaria del Governo, attualmente in discussione in Parlamento, prosegue la politica dell'”abbandono” del Servizio Sanitario Pubblico e dei tagli ai servizi sociali. Tagli che colpiscono pesantemente le condizioni di vita delle persone e delle famiglie.”

Gli effetti devastanti della finanziaria 2006 con drammatici risvolti….

https://i1.wp.com/www.unicobas.it/tempo3306.jpg

E la finanziaria venne approvata al Senato con un maxiemendamento sul quale il governo aveva posto la fiducia.

Orbene. Dove stanno le differenze rispetto all’anno scorso? Non certo nelle modalitá di discussione e successiva approvazione. Da illusi pensare che non venga posta la fiducia. Non certo dalla presenza di proteste da parte dell’opposizione. Allora, perché tutto questo polverone.

Innanzitutto basterebbe stilare una lista di categorie socioeconomicopoliticoistituzionali e depennare quelle che hanno giá alzato la voce, sono in subbuglio o sono lí lí per farlo. Cosa resterebbe, ben poca cosa. Le uniche voci che si sono finora espresse a favore della Finanziaria 2007 risuonano oltre le Alpi, appagati da freddi numeri.

La cosa piú grave peró sono i distinguo all’interno della stessa maggioranza. Il guaio é che per distinguo non si intendono prese di posizione accorate o discussioni accese, si tratta di veri e propri ricatti possibili grazie all’esigua maggioranza al Senato. Ricatti veri e propri. Non ultimo oggi con Mastella per i soldi agli Italiani all’estero.

E il Governo reagisce ai ricatti regalandoci una finanziaria mutante. Come svegliarsi la mattina e guardare il cielo. Con l’unica costanza di annuvolamenti con tendenza pioggia.

La maggioranza sprofonda nei sondaggi, scontenta tutte le categorie, persino quelle che l’hanno portata ad esserla, maggioranza, si affida ad ottuagenari per perpretare la propria esistenza al Senato.

In tutto questo rimarrei convinto del fatto che la Finanziaria sia solo una macchietta rispetto agli eventi che ne fanno da contorno ma ohimé, all’orrore non vi é fine.

Dopo aver spento il volume delle celebrazioni per il ricordo delle vittime di Nassiriya, Prodi e il Governo decidono di pigliarle pure per il naso le Forze dell’Ordine con 5 euro di aumento al mese in busta paga.

E allora sí che si cominciano a notare le differenze.

Written by daverik

novembre 16, 2006 at 5:46 pm

Pubblicato su Blog, Finanziaria 2007, Politica

L’Italia a sinistra, gli italiani…chissenefrega.

with 3 comments

Il Governo sta procedendo nell’atto parlamentare piu’ duro. Approvare la Finanziaria. Si puo’ esserne a favore o contro: ognuno con ottimi motivi. Ma la finanziaria e’ politica ed e’ giusto che il Governo la indirizzi dove piu’ le pare e piace. Se fallimentare le urne o altri eventi li manderanno a casa. Fa parte dell’alternanza, piaccia o no.

Giustamente l’opposizione si da un gran da fare per ostacolarne l’approvazione chiamando a raccolta gli italiani, pronti a scendere in piazza con manifestazioni che si susseguono a scadenza quotidiana. Governo e opposizione, politica. Nulla di nuovo.

Qualcosa di nuovo pero’ in questi momenti sta succedendo. Qualcosa di ben piu’ pericoloso. Sotto il ricatto dell’estrema sinistra, l’Italia sta virando a sinistra bypassando gli italiani.

E cosi’ succede che nell’assoluto silenzio

Al “senato è stata intitolata una sala a Carlo Giuliani. Finalmente la sinistra al potere ha potuto rendere omaggio al suo eroe moderno, distintosi per aver cercato di spappolare la testa di un carabiniere con un estintore durante la guerriglia urbana scatenata dai noglobal, in occasione del G8 di Genova”

– viene introdotto un condono sul lavoro nero dove i sindacati avranno un ruolo di primo livello. “Prima di questa istanza, però, deve aver raggiunto un accordo aziendale con i sindacati interni; o, se non sono rappresentati, con le organizzazioni sindacali presenti sul territorio.”

La festa della liberta’ in data 9 Novembre e’ stata ignorata completamente dal Governo

– Commemorazione dei caduti della strage di Nassiriya sottotono

Caruso scherza e burla a Montecitorio affermando e poi smentendo di aver piantato erba nelle aiuole

E l’elenco sarebbe probabilmente molto piu’ lungo. Queste “piccolo cose” taciute o passate sotto silenzio rappresentano il conto salato della sinistra estrema presentato a Prodi e all’Italia intera.

La Finanziaria alla fin fine, e’ una macchietta…

Da leggere 

Non gli resta che rincoglionirci 

Written by daverik

novembre 13, 2006 at 10:58 pm

Pubblicato su Finanziaria 2007, Italia, Politica

Tutto e’ compiuto

with 4 comments

Prodi deve aver dato un’occhiata al rapporto Istat.

I ricchi pagheranno la modesta cifra del 45% di tasse.

Finalmente gli over 75 potranno superare la terza settimana.

Se io fossi ricco dichiarerei all’anagrafe 75 anni d’eta’ e al fisco niente.

Il governo pensa agli anziani, i giovani pensano a come diventarlo al piu’ presto…

Written by daverik

ottobre 24, 2006 at 4:58 pm

Pubblicato su Finanziaria 2007, Prodi

Se fossi turista…

with 2 comments

Esperienza mia personale. L’Italia é l’Italia e il solo nominarla fa luccicare gli occhi allo straniero. Un connubio di umanitá, vitalitá, leggende e romanzi, storia e passione.

Questa é l’Italia. Ma l’Italia é anche ostelli sporchi e zozzi, prezzi alle stelle e servizi per i turisti scadenti se comparati con il resto del mondo, che magari offre meno in “mood” ma in qualitá/prezzo ci infossano. E allora che si fa? Si aggiunge una possibile tassa odiosa sul soggiorno, fino a 5 euro a notte.

Rispondetevi, giovani turisti: Essere mangiati dagli scarafaggi e altri animalucci vari nelle topaie negli ostelli italiani (Roma, Firenze, Venezia su tutti) a 25/35 euro al giorno oppure optare per probabilmente meno seducenti localitá a 15/20?

E’ questa la prima iniziativa di turisti protagonisti, voluto da Rutelli?

Ma le sorprese non finiscono qui…

– Romano Prodi (febbraio 2005). «Con il governo di centrosinistra non ci sarà alcun condono». Da Mariniello , fateci un salto.

– Con doppi salti “mortali” viene reintrodotta la tassa sulle successioni e donazioni…

Written by daverik

ottobre 3, 2006 at 12:34 pm

Pubblicato su Finanziaria 2007